News Dettaglio

 Home / News Dettaglio
27 giugno
2019

Aprire uno store online non basta per vendere

adotta una valida strategia di marketing

Aprire uno store online è solo il primo passo per ottenere dei buoni risultati di vendita.


Promuovere il proprio ecommerce in modo efficace con una buona strategia è fondamentale
per ottenere risultati soddisfacenti.


Essere online con uno store non è di persè sufficiente per vendere; è necessario infatti mettere in atto delle stratergie di marketing che possano coinvolgere i vostri attuali Clienti e consentano di trovarne di nuovi.
Analizziamo insieme alcuni concetti di base.
 


#1 SFRUTTATE I VOSTRI CLIENTI


Partiamo dal concetto che non tutti gli Store sono uguali e che ogni attività di vendita ha delle peculiarità diverse dalle altre.
Prendiamo per esempio un produttore di vino.
Di certo riceverà nella propria cantina le visite dei Clienti affezzionati che sono abituati a fare acquisti direttamente in Azienda.
Approffittate di questi momenti per richiedere loro l'indirizzo di posta elettronica (facendo firmare un breve modulo con la liberatoria della privacy), date loro un bigliettino con l'indirizzo web del vostro sito/store e magari comunicate loro un codice di sconto per il primo acquisto. Facendo così in breve tempo avrete a disposizione un numero sempre in aumento, di indirizzi mail sui quali fare delle newsletter mirate.


Inoltre ogni volta che un Cliente fà un acquisto nel vostro store il suo indirizzo di posta elettronica viene memorizzato nella sezione newsletter: usate questi elenchi per inviare ai vostro Clienti dei codici sconto, create degli eventi speciali (vedi black friday, ecc) e comunicate loro dei buoni sconto da utilizzare sul vostro store.


  


#2 TROVATE NUOVI CLIENTI


Per trovare nuovi Clienti online potete adottare diverse strategie che variano a seconda del tipo di prodotto che volete vendere. Analizzamo le principali.


 


#2.1 SEO e SEM
Sui motori di ricerca esistono due modalità per farsi trovare: il SEO e il SEM.


Il SEO (Search Engine Optimization)  è l'indicizzazione "naturale" del motore che indicizza i sito in base ai contenuti pubblicati. E' chiaro che se vendete dei prodotti comuni è molto difficile che il vostro sito riluti primo rispetto ai principali Marketplace (Amazon, Ebay, ecc). Se vendete articoli particolari invece è facile che gia la SEO posso portarvi di nuovi Clienti.


Il SEM (Search Engine Marketing)  è la branca del digital marketing che si occupa di sviluppare e mantenere la visibilità dei siti web all’interno dei motori di ricerca.


Il termine SEM viene usato nel linguaggio corrente soprattutto per indicare le campagne pubblicitarie sponsorizzate sui motori di ricerca e, in particolare, il keyword advertising che è utilizzato per generare traffico qualificato verso il sito web dell’inserzionista. Esso, infatti, prevede l’inserimento a pagamento di riferimenti testuali ad un’azienda o prodotto, entro un motore di ricerca, visualizzati in corrispondenza della digitazione di specifiche parole o frasi chiave (keyword) da parte degli utenti; rientra fra le attività di SEM anche il contextual advertising, che prevede l’inserimento di collegamenti a pagamento all’interno di un articolo il cui contenuto è affine alle parole chiave dell’inserzionista.


Generalmente, la pubblicità online legata alla ricerca di parole chiave da parte degli utenti viene pianificata all’interno dei circuiti pubblicitari dei motori di ricerca secondo il modello pay-per-click (PPC), ossia l’inserzionista acquista le keyword ritenute più rilevanti per la ricerca che effettuerà il potenziale acquirente, pagando un prezzo effettivo solo quando l’utente clicca sull’annuncio.


L'efficacia di queste campagne è quella di arrivare subito ad un potenziale Cliente che cerca un determinato prodotto in rete sui motori di ricerca (Google) e di pagare "i clic" solo se il Cliente va vedere il mio sito; in pratica è come avere un Cliente che entra in un negozio (se compra o no dipenderà dal prodotto che offro e dal relativo prezzo di vendita).


 


#2.2 I COMPARATORI DI PREZZI
Un comparatore di prezzi, o motore di shopping, è un sito il cui obiettivo è aiutare l’utente nella ricerca d’acquisto, confrontando i prezzi di un dato prodotto. I comparatori di prezzi costruiscono le loro pagine a partire dai cataloghi provenienti dai merchant.
Di conseguenza, è indispensabile trasmettere loro cataloghi ben strutturati e completi! Il modello principale di costo di questo servizi oabche in questo caso è di tipo pay-per-click (PPC).
la piattaforma Star Store è già predisposta per trasmettere in automatico su trovaprezzi.it e su idealo.it


 


#2.3 I MARKETPLACE

AMAZON


Prima di pubblicare in automatico articoli dal proprio Store al proprio negozio Amazon è necessario conoscere due "dettagli", importanti per capire come funziona il processo di pubblicazione, e che impediscono di fatto di pubblicare tutti gli articoli indistintamente sul sito Amazon:


1) E' possibile pubblicare solamente articoli per cui esiste gia' una scheda prodotto su Amazon
Amazon dispone di milioni di schede prodotto, ognuna identificata da un codice univoco (chiamato ASIN Amazon Standard Identification Number) e da uno o piu' codici a barre EAN / UPC internazionalmente validi.


Nota: Amazon in realta', autorizza alcuni venditori/produttori anche a creare delle proprie schede articolo, se si tratta di articoli non ancora presenti su Amazon.


2) La pubblicazione degli articoli avviene tramite il codice ASIN / EAN o UPC inseriti all'interno dell'anagrafica articolo. Quindi perche' un articolo sia pubblicabile su Amazon e' necessario che il relativo codice a barre o codice ASIN sia inserito nell'anagrafica del proprio Prodotti e questo codice deve corrispondere ad una scheda prodotto valida ed esistente sul sito Amazon

La pubblicazione di un nuovo prodotto si limita quindi ad inviare ad Amazon:


-Un codice ASIN / EAN / UPC a seconda di quanto inserito nell'anagrafica dell'articolo
-Quantita' da pubblicare
-Prezzo di vendita


e' quindi fondamentale che queste 3 informazioni siano disponibili in anagrafica.



EBAY
Attraverso il servizio "Scambio file"  chi ha aperto uno profilo di Vendore può postare in modo massivo direttamante su Ebay fino a 5000 articoli contemporaneamante (si possono richiedere eventuali aamenti budget).

#2.4 I SOCIAL NETWORK
Alcuni prodotti si prestano in modo particolare alla promozione attraverso i Social Network che adottano delle campagne di tipo pay-per-click (PPC) simili illustrate nel SEM (vedi punto #2.1)


 


SE VOLETE VENDERE DI PIU' CONTATTATECI!

SIAMO IN GRADO DI AIUTARVI A SCEGLIERE UNA STRATEGIA
DI MARKETING CHE RISULTI EFFICACE PER AUMENTARE
LE VENDITE DEL VOSTRO STORE!


contattateci ora per ricevere maggiori info:

info@startstore.it
tel 0432 717012


 



 e-commerce, vendere, aumentare le vendite